Scopri i nuovi prodotti Indigo
26 Agosto 2019
Pedicure Semipermanente
Pedicure Semipermanente: i consigli di Indigo Nails Italia
3 Settembre 2019

Lampada per unghie. Quale scegliere? UV o Led?

Lampada per unghie

La polimerizzazione, ovvero la fase finale del processo di “nail design”, è in realtà la ciliegina sulla torta – l’ultimo elemento che determina l’effetto finale.

In caso di scarsa potenza o luce insufficiente/inadeguata, si possono prolungare notevolmente i tempi di polimerizzazione e persino rendere impossibile realizzare lo styling tanto desiderato.

Ecco perché la scelta della giusta lampada per unghie è una priorità.

 

Lampada per unghie UV: una soluzione classica che devi conoscere meglio

Le lampade UV,  molto diffuse ed utilizzate, polimerizzano gel e smalti ibridi ma non sempre con gli stessi risultati. 

Sul mercato sono disponibili lampade UV da 9 W e possono essere acquistate anche per poco più di decina d’euro.

Il punto è se vale la pena correre il rischio. 

Decisamente no, considerato che una manicure che si increspa e si stacca rapidamente è un’esperienza terribile per le  clienti, un vero e proprio incubo. 

Se sei una professionista e tieni alla soddisfazione delle tue clienti è assolutamente  necessario salire di livello ed investire in una lampada professionale che abbia una potenza minima di 36W che garantisca che anche i colori fortemente pigmentati e tutti gli effetti polimerizzino correttamente, per risultati eccellenti sia in termini di bellezza che di durata dell’applicazione. 

Le lampade per unghie UV professionali offrono un ampio spettro di luce, quindi polimerizzano sia gli smalti in gel (anche quelli colorati!) che quelli ibridi.

L’unico aspetto negativo è che il processo di polimerizzazione con questo tipo di lampade richiede più tempo.

 

Lampada a LED – è davvero rivoluzionaria?

Da quando questo tipo di lampade è apparso sul mercato, è stata da subito apprezzate da tantissime onicotecniche.  

Sfortunatamente però non tutte le lampade sono ugualmente buone, quindi bisogna avere cura di scegliere quella giusta.

Per prima cosa, come per le lampade UV,  sarebbero da evitare quei dispositivi meno potenti che non garantiscono una completa polimerizzazione: la potenza nominale minima è di 36 W; quella ideale  48W.

Inoltre c’è da considerare che una lampada polimerizzante a forma di ponte (bridge) non disperde uniformemente la luce, quindi risulta meno efficace sui lati e sulle estremità delle unghie.

Come abbiamo già detto il più grande vantaggio delle lampade a LED è la riduzione del tempo di lavoro, quantificabile almeno nel 50% in meno.

Molti produttori puntano molto sul fatto che la lampada a LED garantisce il 100% di polimerizzazione in pochi secondi, ma spesso omettono di specificare che non è così per tutti i prodotti.

Nel caso dei Gel Nail Polish, infatti,  il prodotto deve contenere un gran numero di fotoiniziatori per polimerizzare con luce a LED.

È anche importante tener presente che non tutte le clienti faranno una manicure ibrida su lamina ungueale naturale e che verosimilmente non sempre viene utilizzato un solo tipo di gel.

Pertanto, quando si sceglie la lampada giusta, è bene assicurarsi che i prodotti che utilizziamo, ad es. Take your Time, polimerizzano in una classica lampada a LED.

 

Lampada polimerizzante per unghie MultiLed: una lampada affidabile basata sull’ultima tecnologia Dual LED

La combinazione di spettro di luce UV e LED è la risposta ai più comuni problemi di nail art.

 

In parole povere, la lampada  MultiLed è un dispositivo multiuso: consente la polimerizzazione completa di tutti i prodotti Indigo, senza eccezioni, sia per gel che per smalti ibridi.

Diverse opzioni di esposizione – 30, 60 e 90 secondi – ti danno il pieno controllo del processo di polimerizzazione, e l’intelligente pulsante “Soft” consente al dispositivo di aumentare gradualmente la sua potenza, il che è particolarmente importante nel caso dei costruttori gel.

Un ulteriore vantaggio è il fatto che il display è anche dalla parte della cliente, che quindi può verificare ciò che sta accadendo alle sue unghie, il che aumenta il suo comfort e la sua fiducia nell’onicotecnica che sta facendo l’applicazione. 

Grazie al sensore di movimento automatico che rileva la posizione effettiva della mano (di cui la Multiled è dotata), il processo di polimerizzazione avviene in modo rapido, efficiente e senza problemi.

Nonostante le sue dimensioni ridotte, la lampada polimerizza perfettamente sia in caso di  manicure che di pedicure (il vassoio magnetico rimovibile rende più facile la pulizia del dispositivo).

 

Quale lampada scegliere?

La lampada è uno strumento di base di ogni onicotecnica,  quindi riassumiamo i tre principi fondamentali che bisogna tener presenti per fare la scelta giusta:

 

  • Valutare sempre i prodotti con i quali si lavora per assicurarci che polimerizzino completamente.
  • È meglio scegliere dispositivi con una potenza nominale elevata: 36 W è il minimo per uso professionale.
  • In caso di dubbio, vale sempre la pena chiedere ad altri professionisti. I prodotti migliori si fanno pubblicità da soli.

 

Per consigli, informazioni, suggerimenti puoi scrivere a servizioclienti@adbeauty.it o contattare il 349 5486808 (anche WhatsApp).  Le nostre specialiste sono a tua completa disposizione.