Il Cleaner, a cosa serve e come utilizzarlo al meglio
Il Cleaner, a cosa serve e come utilizzarlo al meglio
Unghie in acrilico o unghie gel? #IndigoAcademy
Unghie in acrilico o unghie in gel? #IndigoAcademy

Come rimuovere lo smalto semipermanente

come rimuovere lo smalto semipermanente

Gli smalti semipermanenti sono diventati un successo per i saloni di bellezza sin da quando si sono affacciati sul mercato.

Li amiamo, tra le altre cose, per la loro lucentezza, la grande durata, una vasta gamma di colori e anche per il fatto che possiamo facilmente rimuoverli dall’unghia.

Ma come rimuovere lo smalto semipermanente? Quando lo smalto può essere sciolto con un remover e quando invece dobbiamo limarlo?

Nel post di oggi, vi forniamo qualche consiglio molto utile.

 

Come rimuovere lo smalto semipermanente – Rimozione con un liquido

Sciogliere lo smalto semipermanente con un remover è uno dei metodi più utilizzati; per lo svolgimento dell’intero processo abbiamo bisogno:

  • del prodotto liquido per la rimozione dello smalto semipermanente, ad esempio acetone oppure speciale Lanoline Remover Indigo;
  • dischetti di cotone e fogli di alluminio

Dopo di che possiamo passare all’azione e rimuovere lo smalto semipermanente:

  • con una lima di gradazione 180, rimuoviamo delicatamente il top coat (lucido oppure opaco);
  • sul dischetto di cotone poniamo il nostro acetone oppure il Remover Lanoline Indigo
  • così pronto il dischetto collochiamolo sopra all’unghia e avvolgiamola con il foglio di alluminio
  • aspettiamo 10 minuti;
  • rimuoviamo il tutto e con l’aiuto di un bastoncino di arancio (oppure un bastoncino ceramico) rimuoviamo il resto dello smalto.

Quando si dissolve uno smalto semipermanente, si deve tener presente che questo non si scioglie allo stesso modo di uno smalto tradizionale. Dopo alcuni minuti di impacco lo smalto semipermanente inizia ad incresparsi e staccarsi dalla lamina ungueale. A questo punto con l’ausilio di un bastoncino possiamo rimuoverlo completamente.

Come rimuovere lo smalto semipermermanente

 

Per far ciò vi è di aiuto un bastoncino ceramico professionale, creato appositamente per la rimozione dello smalto semipermanente. Ha una punta molto dura e sagomata, grazie alla quale lo smalto si rimuoverà in un battito di ciglia; lascia la lamina intatta, senza distruggerla e senza sfaldarla. È ideale per il lavoro da salone, poiché è uno strumento molto resistente e facile da disinfettare, inoltre, è custodito in un elegante astuccio con cappuccio e cristalli.

 

 

Come rimuovere lo smalto semipermanente

 

Come rimuovere lo smalto semipermanente – i prodotti da utilizzare

Abbiamo già detto che per sciogliere lo smalto semipermanente è necessario l’acetone oppure il nostro prodotto specifico ideale per questo lavoro, il Lanoline Remover Indigo.

Ma quali  sono le differenze tra il nostro Lanoline Remover e l’acetone? 

L’acetone puro funziona in modo efficace, ma è anche abbastanza invasivo sulle nostre unghie e sulle cuticole. Bastano pochi minuti di contatto con la pelle per causare secchezza e bruciore ed in questo caso è necessario interrompere il trattamento. Per non parlare poi dell’odore forte e sgradevole: quante volte le clienti  si sono lamentate dell’odore sgradevole?

Lanoline Remover è, invece, la scelta ottimale, perché unisce l’efficacia dell’acetone agli effetti calmanti della lanolina. In breve tempo scioglie il semipermanente senza irritare e disidratare la pelle e la lamina ungueale. Inoltre, il suo odore è molto gradevole.

 

Come rimuovere lo smalto semipermanente – Rimozione meccanica

Un altro metodo per rimuovere lo smalto semipermanente e limarlo: possiamo farlo in due modi. Il primo con una lima mezza luna grana 180, il secondo utilizzando una fresa con punte adatte per la rimozione dello smalto sempirmanente.

 

La tecnica di limare una manicure semipermanente è raccomandata principalmente quando le unghie sono state indurite con uno strato più spesso di Protein Base. È vero che questa base si dissolve al 100% nel Lanoline Remover, ma se vogliamo solo cambiare il colore sulle unghie e fare il refill, non è necessario rimuoverlo completamente ma è sufficiente limare la parte superiore e lo smalto finché appare la base. Grazie a questo metodo, risparmieremo tempo e la nostra unghia non dovrà essere esposta a contatti più frequenti con acetone oppure remover.

 

La limatura del semipermanente è necessaria anche se le nostre unghie sono state ricostruite con gel o acrilico e vogliamo fare soltanto il refill e cambiare il colore. In questo caso, rimuovere lo smalto utilizzando una punta della fresa specifica per lo smalto semipermanente.

 

Nell’offerta Indigo troverete tre di questi tipi di strumenti, che differiscono l’uno dall’altro per gradazione: Indigo File I, II e III. Si tratta di punte di ottima qualità che in un modo rapido e allo stesso tempo delicato rimuovono il semipermanente, senza rovinare la struttura dell’unghia costruita con gel o acrilico. Queste frese non si riscaldano, non danneggiano le cuticole, si adattano alla forma dell’unghia e permettono di darle una forma perfetta. Lavorare con questi strumenti è un vero piacere, nonché un grande risparmio di tempo.

come rimuovere lo smalto semipermanente